Un COMPAGNO per un ADULTO

Il servizio Sostegno alla persona con disagio mentale "Un compagno per un adulto", definito come un SOSTEGNO SOCIO-RELAZIONALE INTEGRATO, ha trovato e continua a trovare un importante spazio nel lavoro finalizzato alla promozione della salute psicologica volta a creare delle basi di autonomia dei pazienti-utenti dei servizi del CSM.

Tale intervento è attivato dall’equipe multidisciplinare di riferimento dell’utente-paziente e si basa sugli obiettivi del progetto terapeutico individualizzato.

L’operatore di questo servizio lavora sulla motivazione del paziente, sulle modalità necessarie per gestire le emozioni e sullo sviluppo della sua capacità di problem solving, necessaria ad affrontare i problemi e difficoltà quotidiane. E’ di rilevante importanza che tale servizio si svolge nei luoghi dove vive il paziente (sia il domicilio che i luoghi di frequentazione giornaliera).

Questo servizio è in grado di raccogliere e fornire all'equipe curante informazioni cliniche sull'evoluzione del percorso psicoterapico e sull'andamento della terapia farmacologica attraverso un'analisi del contesto di vita del paziente: informazioni che sarebbero impossibili da reperire in un altro modo.

Il lavoro dell’operatore (intervento psico-educativo integrato) si concentra su diverse aree:

- accesso ai servizi: l'operatore lavora per favorire l'attivazione e la presa in carico integrata dei pazienti più difficili, facilitando, attraverso interventi 'domiciliari', un processo di decodifica della domanda di salute nei pazienti restii a chiedere aiuto.

- prevenzione delle crisi: viene fornito maggior sostegno psico-educativo ai pazienti che si trovano ad affrontare un periodo di crisi, al fine di integrare e rafforzare le risorse del C.S.M.

- ri-socializzazione: l'operatore aiuta il paziente ad affrontare le attività di socializzazione e i laboratori, accompagnando concretamente il paziente a partecipare a tali attività e sostenendo emotivamente l'elaborazione e la messa in tema delle difficoltà emerse, potenziando il processo di riabilitazione.

- formazione: oltre all'accompagnamento del paziente a incontri e corsi di formazione, l'operatore fornisce momenti di orientamento individuale e di gruppo, tesi e definire i propri obiettivi, mettere a fuoco metodi e possibilità, ragionare sui propri limiti e sulle difficoltà incontrate.

- affettività: attraverso la relazione stessa vengono attivate risorse e capacità insite nel paziente.

- interessi e talenti: vengono organizzate uscite al fine elaborare e sostenere scelte, far emergere il senso di responsabilità individuale del paziente, affrontare difficoltà e sviluppare interessi propri, riconnettendosi alle possibilità che il territorio offre.

Per richiedere un appuntamento: